Mappa delle allerte in provincia di Brescia.

Clicca sulla mappa e scopri quali sono le allerte in provincia di Brescia e
dintorni, dove sono presenti i beni confiscati, dove c'è stato smaltimento illecito di rifiuti o un rogo doloso. Tutti gli eventi sono tracciati e tenuti aggiornati dallo staff della rete.

DIVENTA MEMBRO DELLA RETE

Dal 23 Ottobre 2013 la Rete Antimafia di Brescia è un'associazione di promozione sociale (leggi lo Statuto).
E' dunque possibile aderire diventando soci ordinari della Rete.



Come fare? In 2 modi:

1) Di persona: compilando l'apposito modulo di richiesta in occasione di serate/eventi/riunioni;

2) Online: riempiendo i campi del modulo che potete trovare in fondo a questa pagina, oppure compilando il modulo online (Modulo di richiesta adesione alla Rete Antimafia) ed inviandolo tramite mail al Presidente ed alla Vicepresidente agli indirizi arthur.cristiano@reteantimafiabrescia.org e tania.maestri@reteantimafiabrescia.org

Le richieste di adesione verranno discusse dal Consiglio Direttivo della Rete, al richiedente verrà notificata l'accettazione tramite mail.

La quota partecipativa per l'anno 2014 è di 10 euro.


Responsabilità: condizioni di adesione alla rete

ART. 3:  ASSOCIATI
Allo scopo di realizzare un efficace contrasto alle organizzazioni mafiose è innanzitutto necessario che chiunque si impegni a portare avanti le proprie attività ordinarie con un’accresciuta consapevolezza circa la complessità, pericolosità e l’ingiustizia radicale che il fenomeno mafioso rappresenta.
L’assunzione di una prospettiva individuale responsabile, che non si accontenti di delegare l’impegno della lotta alle mafie, è infatti il primo passo necessario a creare una collettività responsabile.

Sono ammessi a far parte dell'Associazione tutte le persone che accettano gli articoli dello Statuto e del regolamento interno, che condividano gli scopi ed i principi dell'associazione e si impegnino a dedicare una parte del loro tempo per il loro raggiungimento.

L'organo competente a deliberare sulle domande di ammissione degli aspiranti soci è il Consiglio Direttivo.
L'ammissione all'Associazione è deliberata dal Consiglio Direttivo su domanda scritta del richiedente nella quale dovrà specificare le proprie complete generalità. In base alle disposizioni di legge 675/97 tutti i dati personali raccolti saranno soggetti alla riservatezza ed impiegati per le sole finalità dell'Associazione previo assenso scritto del socio. Il diniego va motivato.
All'atto dell'ammissione il socio si impegna al versamento della quota di autofinanziamento annuale nella misura fissata dal Consiglio Direttivo, al rispetto dello Statuto e dei regolamenti emanati.
Non è ammessa la figura del socio temporaneo. La quota associativa è intrasmissibile.

Ci sono tre categorie di soci:
- Soci fondatori: coloro che sono intervenuti alla costituzione dell'associazione, hanno diritto di voto, sono eleggibili alle cariche sociali, la loro qualità di soci ha carattere di perpetuità, non è soggetta ad iscrizione annuale, ma solo al pagamento della quota sociale.
- Soci effettivi: coloro che hanno chiesto e ottenuto la qualifica di socio al Consiglio direttivo. Hanno diritto di voto e sono eleggibili alle cariche sociali. La loro qualità di soci effettivi è subordinata all'iscrizione e al pagamento della quota sociale.
-Soci onorari: coloro ai quali l’Associazione riconosce particolari meriti

Il numero dei soci effettivi è illimitato.
I soci sono tenuti al pagamento della quota sociale entro 10 giorni dall'iscrizione nel libro soci.
L'ammontare della quota annuale è stabilito dal Consiglio direttivo.
Le attività svolte dai soci a favore dell'associazione e per il raggiungimento dei fini sociali sono svolte prevalentemente a titolo di volontariato e totalmente gratuite. L'associazione può in caso di particolare necessità, assumere lavoratori dipendenti o avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo, anche ricorrendo ai propri associati.

Ogni socio aderente alla Rete si impegna alla promozione delle varie attività proposte dai membri stessi.

ART. 3bis: INCOMPATIBILITA’
L’adesione all’Associazione è incompatibile con l’appartenenza ad associazioni segrete,alla frequentazione e collaborazione con logge massoniche. E’ altresì incompatibile con l’appartenenza e/o connivenza con gruppi criminali e/o famiglie mafiose indicate da relazioni pubbliche degli Organi dello Stato e\o sentenze e/o provvedimenti giudiziari.

ART. 4:  DOVERI DEGLI ASSOCIATI
Gli associati si impegnano a promuovere momenti per approfondire la conoscenza del fenomeno mafioso, nonché tutte quelle attività che possono, in vari modi, innalzare la consapevolezza civile di tutti i membri della comunità riguardo i rischi derivanti dalla presenza di organizzazioni mafiose sul territorio, riconoscendo che il valore di questi momenti e di queste attività è tanto maggiore quanto maggiore è il numero di coloro che promuovono le iniziative così come il numero di coloro che sono raggiunti dalle iniziative stesse.

Gli associati si impegnano a sostenere, sollecitare e, dove necessario, criticare le Istituzioni nell’opera di contrasto al fenomeno mafioso.
Il riconoscimento del ruolo svolto dalle Istituzioni nel contrasto alla mafia non deve tuttavia significare la deresponsabilizzazione della cittadinanza.
Si impegnano inoltre a monitorare tutte le Istituzioni locali riguardo la presenza mafiosa sul territorio agevolando la circolazione di informazioni sul tema, in modo da concorrere a ridurre i danni derivati da un eventuale inerzia delle Istituzioni stesse.

Ogni Associato ha quindi il dovere di impegnarsi negli ambiti della società nei quali esso è già attivo  adoperandosi a creare un ambiente sociale più ostile alle organizzazioni mafiose.

Gli aderenti svolgeranno la propria attività nell'Associazione in modo personale, volontario e gratuito senza fini di lucro, in ragione delle esigenze e disponibilità personali dichiarate.
Il comportamento del socio verso gli altri aderenti ed all'esterno dell'associazione deve essere animato da spirito di solidarietà ed attuato con correttezza, buona fede, onestà, probità e rigore morale, nel rispetto del presente Statuto e delle linee programmatiche emanate.

ART 5: DIRITTI DELL’ASSOCIATO
I soci aderenti all'Associazione hanno diritto di eleggere gli organi sociali e di essere eletti negli stessi. Tutti i soci hanno i diritti di informazione e di controllo stabiliti dalle leggi e dal presente Statuto: il socio volontario non potrà in alcun modo essere retribuito. L'associazione si avvale in modo prevalente di attività prestata in forma volontaria e gratuita dei propri associati. Tutti i soci hanno diritto di accesso ai documenti, delibere, bilanci, rendiconti e registri dell'Associazione. Tutti i soci maggiorenni hanno diritto di voto.

ART. 6: RECESSO\ESCLUSIONE DEL SOCIO
Il socio può recedere dall'Associazione mediante comunicazione tramite mail da inviare al Presidente. Il recesso ha effetto dalla ratifica  del Consiglio direttivo.
Il socio può essere escluso dall' Associazione in caso di inadempienza dei doveri previsti dall'art. 4, per altri gravi motivi che abbiano arrecato danno morale e/o materiale all' Associazione stessa,  per indegnità valutata sulla base di elementi di fatto obbiettivamente accertati o per comportamento palesemente contrastante con gli scopi e le finalità dell’Associazione;
L'esclusione del socio è deliberata dal Consiglio direttivo. Deve essere comunicata a mezzo mail al medesimo assieme alle motivazioni che hanno dato luogo all'esclusione e ratificata dal Consiglio direttivo nella prima riunione utile.

Soci receduti e/o esclusi che abbiano cessato di appartenere all'Associazione, non possono richiedere la restituzione dei contributi versati, né hanno diritto alcuno sul patrimonio dell'associazione.

Nessun commento:

Posta un commento

Per evitare SPAM o la condivisione di contenuti inappropriati ogni commento verrà visionato da un moderatore prima della pubblicazione.