Mappa delle allerte in provincia di Brescia.

Clicca sulla mappa e scopri quali sono le allerte in provincia di Brescia e
dintorni, dove sono presenti i beni confiscati, dove c'è stato smaltimento illecito di rifiuti o un rogo doloso. Tutti gli eventi sono tracciati e tenuti aggiornati dallo staff della rete.

21/09/17

Sentenza Processo Pesci

Articolo della Gazzetta di Mantova

BRESCIA. Stangata per i sedici imputati del processo Pesci. Questa mattina, giovedì 21 settembre, il collegio dei giudici del tribunale di Brescia, presieduto da Ivano Brigantini, ha pronunciato la sentenza per il boss della cosca di 'ndrangheta NIcolino Grande Aracri e i suoi affiliati: dieci condanne per 120 anni per l'organizzazione che deve rispondere di reati pesantissimi, estorsioni, minacce, detenzione abusiva di armi, con l'aggravante dell'associazione a delinquere di stampo mafioso.
La pena più alta proprio per Nicolino Grandi Aracri per il quale il collegio giudicante ha chiesto 28 anni, 26 anni al suo braccio destro trapiantato nel Nord, a Pietole, Antonio Rocca, 4 anni alla moglie di quest'ultimo Deanna Bignardi  e un anno e 9 mesi con la condizionale al figlio Salvatore; poi ancora: 10 anni ad Alfonso Bonaccio, 19 anni a Giuseppe Loprete, 4 anni e 6 mesi a Giacomo Marchio, 18 anni a Salvatore Muto, 4 anni ciascuno ai fratelli Ennio e Danilo Silipo. Sei gli assolti: Gaetano Belfiore, Antonio Floro Vito, Moreno Nicolis, Antonio Gualtieri, Salvatore e Rosario Grande Aracri, fratello e nipote di NIcolino. Per le parti civili i giudici hanno stabilito: all'imprenditore Matteo Franzoni una provvisionale di 70mila euro, all'associazione Libera una provvisionale di 200mila euro.
Una giornata storica per il distretto di giustizia di Brescia: per la prima volta il tribunale penale ha pronunciato una sentenza per associazione mafiosa e per la prima volta il boss Nicolino Grande Aracri è stato condannato in un tribunale del Nord Italia per lo stesso reato.

Soddisfatti i pm della Dda bresciana, Claudia Moregola e Paolo Savio, che hanno portato avanti l'immensa inchiesta: "Finalmente a Mantova è tornato il tempo della speranza". 

Nessun commento:

Posta un commento

Per evitare SPAM o la condivisione di contenuti inappropriati ogni commento verrà visionato da un moderatore prima della pubblicazione.