Mappa delle allerte in provincia di Brescia.

Clicca sulla mappa e scopri quali sono le allerte in provincia di Brescia e
dintorni, dove sono presenti i beni confiscati, dove c'è stato smaltimento illecito di rifiuti o un rogo doloso. Tutti gli eventi sono tracciati e tenuti aggiornati dallo staff della rete.

04/02/16

Mafia: l’ombra della ‘ndrangheta su Brescia, controllati 1.100 cantieri

Mafia: l’ombra della ‘ndrangheta
su Brescia, controllati 1.100 cantieri

Sotto la lente della Dia sono finite 1.137 società e 12.603 persone: è stata emessa un’interdittiva antimafia nei confronti di un bergamasco per un’opera pubblica.


Aritcolo di Mara Rodella, tratto da Corriere della Sera di Brescia


Lavorano da un anno. Senza sosta. «In incognito»: del resto, a loro non serve una divisa: raggruppano già tutte le altre. Anche se il decreto con cui si entra in squadra a tutti gli effetti è assolutamente riservato. Dopo le (tante) battaglie durate anni - una su tutte da parte della procura generale - gli appelli al ministero e finalmente l’annuncio della sua istituzione nel distretto bresciano, la Direzione investigativa aspetta solo di entrare a pieno regime (circa una ventina di uomini secondo le previsioni) e di traslocare nei nuovi uffici nella sede dell’ex Corte d’appello, magari già entro l’estate.
Nel frattempo a parlare sono i numeri dell’attività di contrasto alla criminalità organizzata. Non solo quelli della semestrale pubblicati su scala nazionale dal Parlamento, ma anche quelli di tutto il 2015 della Dia di Brescia, guidata dal colonnello Giovanni Gervasi. Che accerta eventuali infiltrazioni mafiose negli appalti pubblici, indaga sulle consorterie criminali, analizza le segnalazioni di operazioni sospette. Una premessa, la relazione nazionale recita, testuale, che in Lombardia «le operazioni di polizia giudiziaria concluse contro la ‘ndrangheta sono state effettuate prevalentemente nel territorio del distretto di Brescia, confermando la capacità della criminalità calabrese di infiltrarsi in diversi ambiti, tra i quali l’edilizia, i servizi ambientali e urbanistici, le bonifiche, i finanziamenti pubblici». 
Ma (per ora), i cantieri bresciani di opere pubbliche sono «puliti». Oltre ai tre interventi messi in campo all’inizio del 2015 in collaborazione con i colleghi di Milano, dai controlli fino ad ora «non emergono dati allarmanti», commenta il colonnello Gervasi, Cinque gli accessi disposti dalla Prefettura che hanno visto in campo la Dia di Brescia: il 15 gennaio 2015 in un cantiere Brebemi, il 20 a Viadana (Mantova) al «Gronda Nord Viadana-Casalmaggiore», il 10 febbraio, a Castrezzato, alla Tav Verona-Milano e il 25 novembre sempre in un cantiere dell’Alta Velocità, ma in città. Esito: negativo. Nessun legame con la criminalità organizzata. 
Sotto la lente della Dia sono finite 1.137 società e 12.603 persone: è stata emessa solo un’interdittiva antimafia (il 2 luglio scorso) dal prefetto di Bergamo, nei confronti di un bergamasco che aveva chiesto di partecipare a un appalto per un’opera pubblica della zona.
Autorizzazione negata: era già stato «escluso» da Expo dalla prefettura di Milano dopo i controlli antimafia del caso. «Quando entriamo in un cantiere, per prima cosa, consegniamo il decreto del prefetto al titolare», spiega il colonnello. Nessun pericolo di fuga, a quel punto la zona è già «blindata» dalle forze dell’ordine. Poi «si identificano uomini e mezzi, si acquisiscono i contratti, si controllano eventuali subappalti e la liberatoria antimafia» che certifica come le imprese non abbiano legami con la criminalità organizzata. E la loro «legittimità». In caso di irregolarità, «scatta l’interdittiva» (dopo l’esame del Gruppo interforze appalti) e un’eventuale indagine penale: per quell’appalto pubblico e per tutti gli altri. In teoria «senza limiti di tempo», salvo eventuali ricorsi. Per quanto riguarda invece le misure di prevenzione, gli uomini della Dia hanno confiscato beni immobili e conti correnti per oltre 2 milioni di euro nei confronti di quattro cinesi coinvolti in un giro di sfruttamento della prostituzione. 

Nessun commento:

Posta un commento

Per evitare SPAM o la condivisione di contenuti inappropriati ogni commento verrà visionato da un moderatore prima della pubblicazione.