Mappa delle allerte in provincia di Brescia.

Clicca sulla mappa e scopri quali sono le allerte in provincia di Brescia e
dintorni, dove sono presenti i beni confiscati, dove c'è stato smaltimento illecito di rifiuti o un rogo doloso. Tutti gli eventi sono tracciati e tenuti aggiornati dallo staff della rete.

17/09/14

Droga sull’asse Romania-Brescia-Sardegna, 28 arresti

Da bresciaoggi.it:

Aveva solide ramificazioni anche nella Bassa Bresciana la rete di trafficanti di droga, armi e denaro falso sgominata ieri con un doppio blitz scattato all'alba di ieri in Sardegna e in Lombardia.
Centoventi agenti di cinque questure hanno eseguito 35 perquisizioni arrestando 28 persone. L'operazione «Cassiopea» è stato l'epilogo di un'indagine durata oltre due anni che ha portato alla luce un'organizzazione criminale attiva fra Tirana, la Sardegna e il Nord Italia. La holding criminale composta da italiani e albanesi gestiva attività illegali diversificate e spesso sovrapposte fra di loro. Il filone bresciano ha portato gli agenti della squadra mobile di Brescia guidati da Giuseppe Schettino a Comezzano Cizzago dove è stato arrestato un albanese di 33 anni sospettato di essere l'anello di congiunzione fra un network di pusher e la «cupola» di trafficanti di stupefacenti in grado di movimentare ingenti quantitativi di stupefacente. In carcere sono finiti altri sei connazionali e un sardo residente a Sassari.
Ad altri sei indagati di Nuoro sono stati concessi gli arresti domiciliari. Ad altre quindici persone, la misura cautelare in carcere è stata derubricata nell'obbligo di dimora o di firma.
Tutti sono accusati a vario titolo di concorso in acquisto, detenzione a fine di spaccio e cessione di stupefacenti. Uno degli albanesi è accusato di detenzione e trasporto illecito di armi da guerra. A tre indagati viene contestato il reato di spendita di monete false. L'albanese arrestato nel Bresciano sarebbe invece coinvolto sono nello spaccio di droga.
PARTE dello stupefacente veniva smerciata in Emilia Romagna, a Milano e a Brescia. Dall'Albania arrivavano decine di chili di cocaina, hascisc e marjiuana ogni mese insieme a fucili da guerra Ak-47 Kalashnikov, euro falsi e eroina.
Le indagini hanno documentato continui scambi di droga ciascuno per decine di chili: un giro d'affari di oltre un milione di euro.
Sequestrata solo una parte della droga destinata a Sardegna e Lombardia: due chili di hashish, 600 grammi di cocaina e gli 13 chili di marjiuana..
La droga entrava in Sardegna dal porto di Olbia nascosta in auto o furgoni con doppiofondo. A settembre del 2012 e marzo del 2013 intercettati corrieri con 11 chili di hashish e 600 grammi di cocaina purissima. Altri due corrieri con 2 chili di hashish e 600 grammi di marjiuana nel dicembre del 2011 e a maggio del 2014. Sequestrati 500 euro falsi, in banconote da 50 e 100 euro, piazzati nelle località turistiche.

Franco Mondini

Nessun commento:

Posta un commento

Per evitare SPAM o la condivisione di contenuti inappropriati ogni commento verrà visionato da un moderatore prima della pubblicazione.