Mappa delle allerte in provincia di Brescia.

Clicca sulla mappa e scopri quali sono le allerte in provincia di Brescia e
dintorni, dove sono presenti i beni confiscati, dove c'è stato smaltimento illecito di rifiuti o un rogo doloso. Tutti gli eventi sono tracciati e tenuti aggiornati dallo staff della rete.

18/07/14

Tratta di clandestini, arrestati due bresciani

Da bresciaoggi.it:

Quando una pattuglia della polizia federale in servizio sulla A8, l'arteria che collega Monaco a Rosenheim, ha fermato in un'area di sosta due auto ornate con «fregi» italiani un po' pacchiani, ha pensato che si trattasse di una comitiva di giovani «fricchettoni» diretti a un rave party in programma nella zona. La Bmw e l'Alfa guidate da due persone residenti a Pontevico erano invece stipate di profughi siriani sbarcati due settimane prima in Sicilia.
I presunti «contrabbandieri» di clandestini sono stati arrestati, mentre gli otto stranieri sono stati trasferiti in un centro di accoglienza a Monaco di Baviera in attesa che il tribunale faccia chiarezza sulla loro posizione giudiziaria. I due italiani, un operaio e un manovale entrambi 47enni, avrebbero ammesso le loro responsabilità sostenendo tuttavia di non fare parte di alcuna organizzazione specializzata nella tratta dei «disperati», ma di aver cercato di guadagnare denaro facile offrendo un passaggio a pagamento ai siriani.
Una ricostruzione al vaglio degli inquirenti che, in collaborazione con l'Interpol, stanno cercando di capire se dietro l'episodio si nasconda invece una rete di trafficanti di stranieri.
Uno degli immigrati, riferiscono fonti giornalistiche tedesche, avrebbe spiegato alla polizia che il trasporto sull'auto dei due bresciani fosse solo l'ultimo segmento di un'«odissea» iniziata dall'Egitto. Gli otto siriani sarebbero salpati su un'imbarcazione con a bordo 450 immigrati pagando 1500 dollari a persona. Sbarcati a Lampedusa - stando sempre al loro racconto - avrebbero raggiunto la Campania e da qui il Nord Italia. Per l'ultima tappa dal Bresciano a Monaco di Baviera, passando per Milano, avrebbero versato invece 600 euro. La vicenda presenta ancora molti lati oscuri, a partire dalle modalità con cui il gruppo di profughi si è messo in contatto con la coppia di 47enni di Pontevico, due persone apparentemente insospettabili che mai fino ai giorni scorsi avevano avuto problemi con la giustizia.R.PR.

Nessun commento:

Posta un commento

Per evitare SPAM o la condivisione di contenuti inappropriati ogni commento verrà visionato da un moderatore prima della pubblicazione.