Mappa delle allerte in provincia di Brescia.

Clicca sulla mappa e scopri quali sono le allerte in provincia di Brescia e
dintorni, dove sono presenti i beni confiscati, dove c'è stato smaltimento illecito di rifiuti o un rogo doloso. Tutti gli eventi sono tracciati e tenuti aggiornati dallo staff della rete.

27/01/14

L’amianto ai lati della “tangenziale sulle scorie”

Non c’è pace per la tangenzialina di Orzinuovi, meglio conosciuta come la “tangenziale sulle scorie” (qui la storia).

Dall’edizione cartacea del Bresciaoggi:

Il sequestro della tangenziale di Orzivecchi (è stato disposto dalla procura della Repubblica di Brescia nell´ottobre del 2010) non si limita a deludere le aspettative degli abitanti della cittadina, i quali dal momento del provvedimento hanno dovuto rassegnarsi a sopportare, per un tempo indefinito, il passaggio di camion e automobili nel centro storico. Paradossalmente, i sigilli giudiziari facilitano il compito dei criminali dell´ambiente.
C´è infatti chi vede in questa situazione un´occasione da non perdere per usare il cantiere bloccato come una discarica. E l´ultimo, grave episodio è stato scoperto nelle ultime ore. In teoria, l´area della circonvallazione all´abitato di Orzivecchi dovrebbe rimanere inaccessibile, ma in pratica la tangenziale che si perde nella campagna verso Pompiano viene a volte scambiata per una pista dagli amanti del jogging, è scelta dalle coppie per qualche momento intimo e, dicevamo, è molto frequentata dagli inquinatori.
Due anni fa, al confine con Orzinuovi qualcuno aveva scambiato la tangenziale sequestrata per una discarica di lastre di cemento-amianto, mentre nel febbraio dell´anno scorso, nel tratto verso Pompiano erano state lasciate a lato della strada alcune slot machine rubate da poco e scassinate per prelevare le monete che contenevano. Ieri, infine, chi ha approfittato della giornata di Sole per fare due passi sulla strada mai nata ha scoperto un´altra montagna di lastre di copertura contenenti amianto: le avevano disposte persino con un certo «ordine» sul bordo della carreggiata chiusa nel territorio di Orzinuovi, vicino alla rotatoria da cui avrebbe dovuto partire la circonvallazione.
Un «pensiero gentile» che aggiunge altro materiale pericoloso alle scorie di fonderia usate per il fondo stradale, il cui impiego ha determinato proprio il fermo giudiziario del cantiere aperto nel luglio 2009 e portato avanti dalla Locatelli spa. Per questa operazione, lo ricordiamo, il Comune e il circolo di Legambiente di Orzivecchi si sono costituiti parte offesa e attendono la data del 4 febbraio, giorno dell´udienza preliminare del processo che potrebbe decidere il rinvio a giudizio degli indagati.

Nessun commento:

Posta un commento

Per evitare SPAM o la condivisione di contenuti inappropriati ogni commento verrà visionato da un moderatore prima della pubblicazione.