Mappa delle allerte in provincia di Brescia.

Clicca sulla mappa e scopri quali sono le allerte in provincia di Brescia e
dintorni, dove sono presenti i beni confiscati, dove c'è stato smaltimento illecito di rifiuti o un rogo doloso. Tutti gli eventi sono tracciati e tenuti aggiornati dallo staff della rete.

15/07/13

Amianto a Travagliato: sequestrata discarica abusiva

Un paese martoriato dalle discariche abusive.
Ancora una volta Travagliato è al centro delle indagini del Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri di Brescia. Dopo un primo sopralluogo risalente a qualche settimana fa (qui il relativo post), è arrivata ieri la notizia di una seconda operazione delle forze dell’ordine: questa volta è scattato il sequestro dell’area ed i sigilli sono stati posti intorno ad un cratere di 40mila metri quadrati e ai 10 ettari di aree agricole circostanti.
Da bresciaoggi.it:

Una discarica abusiva di amianto e altri rifiuti speciali pericolosi è stata scoperta a Travagliato dai carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Brescia.
I Noe hanno individuato all'interno di un'ex cava «un cratere profondo più di 20 metri e ampio 40mila metri quadrati utilizzato per nascondere i rifiuti».
Quattro persone sono state denunciate ed è stata sequestrata un'area di 150 mila metri quadrati, di cui 110 mila di terreni agricoli, confinanti con la discarica, coltivati a mais per alimentazione animale, per il pericolo di una possibile contaminazione della catena alimentare.
«I PRIMI SCAVI eseguiti a campione a due metri di profondità hanno rilevato la presenza di un ingente quantitativo di rifiuti speciali pericolosi, compresi rottami metallici, latte di vernici e pannelli in fibrocemento verosimilmente contenenti amianto, misti a rifiuti solidi urbani e da demolizione», si legge nella comunicazione dei Noe che, tuttavia, non precisano quale sia e dove si trovi il sito inquinato.
Nella cittadina si dice (ma sono solo voci) che potrebbe trattarsi della cava ex-Aquilini. Proprio in questo sito, che si sviluppa su 40mila metri quadrati in località Madonna Valverde a 500 metri dalla zona residenziale di via Trepola, ai primi di giugno i Noe fecero un sopralluogo per indagare sulla natura dei rifiuti individuati durante i lavori di messa in sicurezza delle ripe, del canale e del tratto crollato di via Madonna Valverde.
Nei mesi scorsi, la ex-cava è stata espropriata e immessa nel patrimonio comunale. Era stato l'epilogo di un'estenuante battaglia tra la precedente amministrazione comunale e le due società private già proprietarie di questa ex-cava che, forti del parere positivo alla Via della Regione Lombardia, la volevano trasformare in una discarica per 435mila metri cubi di rifiuti speciali non pericolosi monorifiuto contenti cemento-amianto.
Battaglia vinta dal Comune prima al Tar di Brescia e poi al Consiglio di Stato, grazie alla volontà di trasformare la ex-cava, che è l'ultima area boscata rimasta nel territorio di Travagliato, in parco di pubblica utilità.

Nessun commento:

Posta un commento

Per evitare SPAM o la condivisione di contenuti inappropriati ogni commento verrà visionato da un moderatore prima della pubblicazione.