Mappa delle allerte in provincia di Brescia.

Clicca sulla mappa e scopri quali sono le allerte in provincia di Brescia e
dintorni, dove sono presenti i beni confiscati, dove c'è stato smaltimento illecito di rifiuti o un rogo doloso. Tutti gli eventi sono tracciati e tenuti aggiornati dallo staff della rete.

05/06/13

Travagliato, sotto il parco una discarica

Da brescia.corriere.it:

Fotogramma/BsFotogramma/Bs
La pesante eredità industriale e l'incoscienza ambientale del passato (anche prossimo) presentano un'altra cambiale al territorio. Lunedì a Travagliato i carabinieri del Noe hanno scoperto l'ennesima discarica abusiva nell'ex cava Aquilini (località Madonna Valverde): lastre di eternit, copertoni d'auto, sacchetti d'immondizia, rifiuti speciali, sotterrati a macchia di leopardo sotto un'area di oltre 40mila metri quadrati.
E pensare che quell'ex cava, che Regione e Provincia avrebbero voluto trasformare in discarica d'amianto da un anno era diventata di proprietà comunale dopo una lunga battaglia legale intrapresa dall'ex sindaco Daniele Buizza. E stava per essere trasformata in parco. «Abbiamo davvero ottenuto una vittoria storica contro i vecchi proprietari - ricorda l'ex sindaco di centrosinistra, che da una settimana ha lasciato lo scranno a Renato Pasinetti della Lega - e abbiamo stanziato 600 mila euro in tre anni per la realizzazione del parco». Proprio durante i lavori di messa in sicurezza, nello smuovere la terra di una capezzagna, sono apparse le lastre d'amianto. Le stesse smaltite abusivamente da imprese e privati senza scrupoli sotto Brebemi e in altre ex cave del territorio.
Chi pagherà adesso i costi della bonifica? «L'obbligo della bonifica è in capo ai proprietari del sito - aggiunge Buizza, che nella vita fa l'avvocato - a meno che non si individuino le responsabilità dell'inquinamento. I rifiuti trovati risalgono ai decenni scorsi e quindi si dovrebbe risalire alla vecchia proprietà, sulla quale il Comune potrebbe rivalersi».
Già, ma di chi era quel sito? «Era dell'agricola Rura e della Cerca, ovvero del gruppo Faustini (lo stesso che ha quote nella discarica Profacta di S. Polo, oggi sotto sequestro, ndr ) ma anche della Aem, la multiutility milanese, poi entrata in A2A».
Sul sequestro dell'ennesima discarica abusiva (a soli tre mesi dal sito pieno di scorie d'acciaieria trovato al confine con Ospitaletto) interviene anche Legambiente Franciacorta: «Tra Travagliato, Ospitaletto, Passirano, Cazzago e Paderno abbiamo mappato 27 discariche abusive, mai bonificate ma se si indagasse più approfonditamente, altre ne verrebbero scoperte».
L'ex sindaco Buizza ha un altro timore: «Con il cambio delle amministrazioni di Cazzago e Rovato prima e adesso di Travagliato è venuta meno quella solidarietà politico-territoriale di realizzare il parco della Macogna laddove oggi ci sono diverse cave. Il rischio che arrivino altre discariche c'è. Mi auguro di sbagliare».

Nessun commento:

Posta un commento

Per evitare SPAM o la condivisione di contenuti inappropriati ogni commento verrà visionato da un moderatore prima della pubblicazione.