Mappa delle allerte in provincia di Brescia.

Clicca sulla mappa e scopri quali sono le allerte in provincia di Brescia e
dintorni, dove sono presenti i beni confiscati, dove c'è stato smaltimento illecito di rifiuti o un rogo doloso. Tutti gli eventi sono tracciati e tenuti aggiornati dallo staff della rete.

06/08/12

Auto incendiata al Violino

Gli incendi sono notoriamente considerati "reati spia" della presenza mafiosa su un territorio.
Notizia tratta dal sito Bresciaoggi.it:
Vigili del fuoco e polizia sospettano che si tratti di incendio doloso. Alle 4.30n d questa notte in via Re Desiderio, al villaggio Violino una Punto Cabrio ha preso fuoco. Dai rilievi effettuati dalla Scientifica emergerebebro elementi che ipotizzano il dolo. I proprietari hanno raccontato alla questura di aver già subito danneggiamenti. La prima volta la rottura di un finestrino e quella successiva la foratura delle ruote. Indagini della questura per individuare movente e responsabile. Non si tratterebbe di teppismo.
Aggiornamento, sempre da Bresciaoggi.it:
Notte di fuoco al Villaggio Violino, in via Re Desiderio. Alle 4.30 di ieri una Fiat «Punto» cabrio parcheggiata in una laterale di via Re Rotari ha improvvisamente preso fuoco ed è stata presto avvolta dalle fiamme. L'esplosione di finestrini e pneumatici ha fatto sobbalzare chi dormiva con le finestre socchiuse per combattere l'afa. In molti sono scesi in strada credendo che ci fosse stato un incidente, e la gente è aumentata dopo l'arrivo dei  vigili del fuoco con un'autobotte e dei poliziotti. L'incendio è stato domato con gli idranti, evitando che le fiamme si propagassero: nessun danno per i mezzi parcheggiati a poca distanza e per le abitazioni, nessuna conseguenza fisica per la proprietaria dell'auto, una donna di 49 anni, corsa in strada dopo che si era sviluppato l'incendio. Pare che nessuno abbia visto nulla. La polizia visionerà i filmati di alcune attività puntate su via Re Rotari. Il probabile piromane potrebbe essere stato ripreso mentre si avvicinava o si allontanava, La pista che i vigili del fuoco e la polizia seguono è quella del gesto doloso. Fiamme appiccate volutamente, forse per un dispetto. GLI INVESTIGATORI, parlando nella notte e ieri mattina con i proprietari della vettura, hanno accertato che in precedenza vi erano stati altri due episodi. Nel primo un danneggiamento con rottura del finestrino e graffi sulla carrozzeria. Nel secondo la foratura dei quattro pneumatici. e chi al mattino è uscito di casa per recarsi al lavoro o a fare la spesa ha trovato le gomme a terra e ha dovuto chiedere aiuto a un gommista. La polizia, che ha effettuato rilievi anche con la Scientifica e ha disposto il sequestro della vettura per effettuare ulteriori verifiche, escluderebbe il gesto di un piromane seriale. Più probabile una vendetta. Il riserbo degli inquirenti della Mobile è massimo e nulla trapela su quanto abbiano sinora raccolto. Da capire il perchè di tanto accanimento contro i proprietari della «Punto» cabrio. Forse questioni personali all'origine dei gesti di teppismo.F.MO.   

Nessun commento:

Posta un commento

Per evitare SPAM o la condivisione di contenuti inappropriati ogni commento verrà visionato da un moderatore prima della pubblicazione.