Mappa delle allerte in provincia di Brescia.

Clicca sulla mappa e scopri quali sono le allerte in provincia di Brescia e
dintorni, dove sono presenti i beni confiscati, dove c'è stato smaltimento illecito di rifiuti o un rogo doloso. Tutti gli eventi sono tracciati e tenuti aggiornati dallo staff della rete.

22/07/12

Il Lago di Garda al centro dell’attenzione

Di oggi la notizia (riportata qui sotto) dell’ennesimo maxi-sequestro di sostanze stupefacenti avvenuto nella nostra provincia.
L’attenzione si concentra questa volta sul Lago di Garda, più precisamente a Puegnago, dove un blitz delle forze dell’ordine ha portato all’arresto di due bresciani ed al rinvenimento di 21 chili di cocaina purissima.
Il Benaco era stato solo pochi giorni fa al centro di un’interessante inchiesta di Ferruccio Pinotti pubblicata sull’inserto “Sette” del Corriere della Sera.

Da bresciaoggi.it:

«Sul Garda non veniva sequestrata così tanta cocaina "in un botto solo" da diversi anni».
È il commento a caldo del capitano Fabrizio Massimi, che guida la Compagnia dei carabinieri di Desenzano.
Davanti a lui sono disposti in fila 21 panetti da un chilo, ciascuno, di cocaina purissima, sequestrati venerdì a Puegnago, oltre a un chilo di marijuana e quasi altrettanta coca a Sirmione.
Droga destinata alla piazza del basso lago. «Valore stimato: un milione di euro. Pura all'80%: l'obiettivo era quello di tagliarla 4 volte. In una settimana questo carico sarebbe sparito: venduto a residenti e turisti», rimarca il capitano.
La cattura dei trafficanti ha impegnato per ore una quindicina di carabinieri della Compagnia e del Nucleo operativo di Desenzano e della stazione di Lonato. Si sono alternati, sulle auto civetta o sulle moto, nel pedinamento di un furgone bianco, preso a noleggio a Rezzato e utilizzato da alcuni «imbianchini».
La droga era nascosta in una cassetta da lavoro. Mauro Isaia Zanchi, 45enne originario di Montichiari - con residenza a Padenghe e un'abitazione a Puegnago - è stato bloccato poco prima della consegna assieme a Fabio Merigo, trentenne di Villanuova. Il furgone ha compiuto vari giri; ha ripercorso spesso lo stesso tratto di strada, senza che i due capissero di avere le forze dell'ordine alle calcagna. Massimo è stato il loro stupore quando si sono trovati circondati, dopo essersi fermati in un piazzale.
Lì, secondo i militari, sarebbe dovuto avvenire lo scambio. Sembra che il destinatario di quel carico di «neve» fosse Zanchi.
Entrambi gli spacciatori sono in carcere, accusati di detenzione ai fini di spaccio di ingenti quantitativi di droga.
Si lavora per risalire alla rete di un'organizzazione che dalla Spagna fa giungere - praticamente con cadenza mensile - chili e chili di cocaina nel Bresciano: si cerca anche di individuare chi attendeva la droga sequestrata, che doveva inondare il basso lago.
LO STUPEFACENTE, acquistato all'ingrosso tra i 35 e 40 mila euro, avrebbe reso un milione di euro al dettaglio.
Una dose oggi viene piazzata tra gli 80 e i 100 euro al grammo, un prezzo che oscilla a seconda del quantitativo di droga da smaltire. Ancora una volta il basso Garda e il Bresciano si confermano «crocevia del narcotraffico».
Sono presenti - anche se ben camuffati - molti referenti di organizzazioni criminali con agganci in Sud America, principalmente in Colombia, oltre che in Spagna e in Olanda.
Ma un ruolo importante lo hanno anche i bresciani. Mauro Isaia Zanchi era stato arrestato il 21 aprile. Ospitava a Puegnago Ramon Iglesias Lopez, ricercato in Spagna perché doveva scontare 13 anni di carcere per traffico di droga. Insieme a loro c'era anche un colombiano, Leon Guillermo Lopez Echavarria. Per entrambi l'accusa era di favoreggiamento. Zanchi venne scarcerato poco dopo. E dall'arresto del latitante spagnolo operato dai carabinieri di Desenzano (resta ancora da capire come mai si trovasse sul Garda), è partita l'indagine che ha portato venerdì al maxisequestro di cocaina a Puegnago.

Franco Mondini

Nessun commento:

Posta un commento

Per evitare SPAM o la condivisione di contenuti inappropriati ogni commento verrà visionato da un moderatore prima della pubblicazione.