Mappa delle allerte in provincia di Brescia.

Clicca sulla mappa e scopri quali sono le allerte in provincia di Brescia e
dintorni, dove sono presenti i beni confiscati, dove c'è stato smaltimento illecito di rifiuti o un rogo doloso. Tutti gli eventi sono tracciati e tenuti aggiornati dallo staff della rete.

21/03/12

C'eravamo anche noi

"La parola é l'arma più importante contro le mafie"
C'eravamo anche noi sabato pomeriggio a ribadirlo, ancora una volta con il nostro striscione nel bel mezzo della manifestazione ecologista organizzata dalla Rete Antinocività Bresciana perché, come ci ha insegnato Peppino Impastato, la mafia si combatte anche aderendo alle giuste proteste della società civile.
Ma soprattutto perchè la difesa dell'ambiente è un tema strettamente correlato alla lotta alle criminalità organizzate.
Assieme a noi della Rete il lungo corteo delle associazioni ambientaliste che hanno aderito alla protesta, ma anche tanti bambini con cartelli colorati e genitori con le mascherine a ribadire che una città più vivibile e un aria più pulita é un diritto che il Comune e la Provincia dovrebbero garantire ai loro abitanti.
Brescia é la 3 città più inquinata d'Europa e da settimane il livello di smog é intollerabile. A ciò si aggiungono le scelte scellerate di questa amministrazione Comunale che vuole infliggere il colpo di grazia ad una zona già inquinata come quella di San Polo.
Siamo stati in piazza perché da mesi la Rete Antimafia denuncia le infiltrazioni mafiose sul territorio, in particolare le ecomafie, che comprendono scavi abusivi o sversamento illegale di rifiuti tossici.
Gesti vigliacchi e intollerabili che rovinano mese dopo mese la nostra Provincia.
E' di dominio pubblico la dichiarazione di Maggio dell'allora Procuratore della DDA Nicola Maria Pace in cui annunciò che nella nostra Provincia sono ben 20, di cui 11 a carico della DDA (Direzione Distrettuale Antimafia, alcune delle quali condotte assieme a quella di Reggio Calabria), le indagini aperte per illeciti sui rifiuti. 
E' di dominio pubblico anche la relazione annuale della DNA (Direzione Nazionale Antimafia), che parla di infiltrazioni mafiose nel mondo del movimento terra, degli appalti e delle grandi opere.
E come dimenticare le scorie scoperte sotto il manto stradale della Bre-Be-Mi nell'ambito dell'inchiesta che ha portato all'arresto di Franco Nicoli Cristiani, del manager della Locatelli e di un dirigente dell'ARPA?
Abbiamo partecipato col nostro striscione perché speriamo che la situazione cambi e che queste manifestazioni facciano capire ai nostri concittadini che é importante vivere in una città dove ci sia il giusto spazio per la natura.
Non possiamo permettere che il profitto in cui spesso si annida la mafia ci tolga quanto di più prezioso abbiamo al mondo: l'ambiente che ci circonda.
Combattere lo sfruttamento del territorio vuol dire per noi combattere anche le infiltrazioni mafiose.
Per questo siamo pronti, se ci sarà bisogno, a tornare in piazza a fianco della RAB e a ribadire ancora con le nostre facce a volto scoperto che la parola é l'arma più importante non solo contro le mafie!!!.

Nessun commento:

Posta un commento

Per evitare SPAM o la condivisione di contenuti inappropriati ogni commento verrà visionato da un moderatore prima della pubblicazione.