Mappa delle allerte in provincia di Brescia.

Clicca sulla mappa e scopri quali sono le allerte in provincia di Brescia e
dintorni, dove sono presenti i beni confiscati, dove c'è stato smaltimento illecito di rifiuti o un rogo doloso. Tutti gli eventi sono tracciati e tenuti aggiornati dallo staff della rete.

06/12/11

Nando Dalla Chiesa sul “caso rifiuti” e Nicoli Cristiani

Le indagini sul traffico illecito di rifiuti che hanno sconvolto la politica bresciana e regionale proseguono, ed emergono giorno dopo giorno nuovi particolari, ma soprattutto nuovi nomi.
Repubblica di oggi racconta il coinvolgimento di nuove illustri figure politiche regionali e provinciali (non bresciane), ma soprattutto del piano ideato da questa nuova “cricca” nostrana per utilizzare scorie d’acciaio per il fondo della tratta Treviglio-Brescia della TAV, la seconda grande opera che scorrerà in parallelo alla Bre-Be-Mi.
In attesa di sapere se anche in questo caso ci saranno sviluppi giudiziari vorremmo per un attimo soffermarci sull’interessantissima analisi svolta da Nando Dalla Chiesa, professore di Sociologia della Criminalità Organizzata all’Università di Milano e figlio del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, ucciso assieme alla moglie in un agguato mafioso a Palermo nel 1982.  

Una riflessione, quella pubblicata sul sito www.stampoantimafioso.it, molto semplice ma allo stesso tempo significativa, che ci sentiamo di condividere in pieno:

E’ una notizia che un altro vicepresidente del Consiglio regionale, dopo Penati, abbia a che fare con la giustizia. E’ una notizia che questo stesso vicepresidente n.2 (Nicoli Cristiani) tenesse in casa da mesi una mazzetta da centomila euro in contanti. E’ ancora una notizia che a essere stata comprata con quella mazzetta fosse, secondo l’accusa, una autorizzazione per riempire di amianto una cava in provincia di Cremona. E’ pure una notizia che l’autorizzatore della medesima cava di amianto (sempre il Nicoli Cristiani) sia stato assessore regionale all’ambiente e alla qualità ambientale. Ed è una notizia che un’impresa di Calcinate mettesse ogni genere di rifiuti, pure cellophane e truciolato, nel bitume poi usato per fare le autostrade. Fin qui l’inchiesta. E ora aggiungiamo una notizia in autonomia, così forse si capisce meglio. La ‘ndrangheta in Lombardia punta diritta sull’ambiente, cave, movimento terra e smaltimento dei rifiuti. Dite che si incontrano?

Nessun commento:

Posta un commento

Per evitare SPAM o la condivisione di contenuti inappropriati ogni commento verrà visionato da un moderatore prima della pubblicazione.