Mappa delle allerte in provincia di Brescia.

Clicca sulla mappa e scopri quali sono le allerte in provincia di Brescia e
dintorni, dove sono presenti i beni confiscati, dove c'è stato smaltimento illecito di rifiuti o un rogo doloso. Tutti gli eventi sono tracciati e tenuti aggiornati dallo staff della rete.

21/07/11

Mafia: Operazione Cc contro clan nisseno; 27 ordini di custodia, arresti anche a Brescia

20 luglio 2011


Caltanissetta
.
Una vasta operazione antimafia, condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Caltanissetta, è in corso tra Sicilia, Lombardia, Umbria e Marche.
Gli investigatori stanno notificando 27 ordinanze di custodia cautelare, a carico di esponenti di spicco di Cosa Nostra e della Stidda di Mazzarino, un paese della zona del Vallone tra Caltanissetta e Gela.
I destinatari dei provvedimenti, emessi dal Gip di Caltanissetta su richiesta dei magistrati della Dda, devono rispondere, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione, traffico di stupefacenti, detenzione e porto illecito d'arma. Nell'operazione, vengono impiegati elicotteri, unità cinofile, 130 militari e 50 mezzi.
L'operazione, che è tuttora in corso, si è svolta tra Caltanissetta, Enna, Monza, Brescia, Cinisello Balsamo, Spoleto e Fossombrone, oltre ai centri siciliani di Sambuca (AG) e Paternò (CT). Gli investigatori hanno accertato che a Mazzarino operavano due clan criminali, legate a Cosa Nostra e alla Stidda, che avevano stabilito un patto di non belligeranza per la spartizione dei proventi di traffici illeciti come lo spaccio di sostanze stupefacenti e le estorsioni. I vertici dei clan, sebbene detenuti, comunicavano con l'esterno e tra di loro con i pizzini e inviando messaggi verbali attraverso i familiari incontrati in occasione dei colloqui in carcere. Le due organizzazioni criminali gestivano un traffico di sostanze stupefacenti, provenienti dalla provincia di Enna e di Catania e destinati a rifornire la piazza di Mazzarino. Alcuni imprenditori taglieggiati dal racket, infine, avevano assunto fittiziamente parenti dei boss per consentire loro di beneficiare del regime dell'affidamento in prova ai servizi sociali invece della detenzione carceraria. I particolari dell'operazione saranno illustrati in una conferenza stampa che si svolgerà alle 10.45 presso la sede del Comando Compagnia Carabinieri di Caltanissetta.

ANSA

Nessun commento:

Posta un commento

Per evitare SPAM o la condivisione di contenuti inappropriati ogni commento verrà visionato da un moderatore prima della pubblicazione.